grammatica italiana

I due punti

I due punti hanno un ruolo molto importante nell’ortografia della lingua italiana. In maniera molto sintetica essi chiarificano ed espongono il senso di un’affermazione.






Essi aprono come una tendina il discorso diretto:

Carlo mi disse: “Sei sicuro di star bene?”

chiariscono l’affermazione precedente:

Volevo rimanere solo: ero triste.

e naturalmente precedono un elenco:

Ho preso quattro ombrelli: uno blu, uno rosso, due verdi.

Non dimentichiamo, come potete notare sopra, che essi hanno anche la funzione di introdurre un esempio.

Spesso possono sostituire le congiunzioni.

Lo stabilimento era silenzioso: la domenica ci rimaneva solo il guardiano (Carlo Cassola, Ferrovia Locale, 1968)

È sconsigliato l’utilizzo ripetuto dei due punti in una stessa frase, anche se innumerevoli sono i casi contrari a questo ammonimento in letteratura. Carlo Emilio Gadda li utilizzò, per esempio, per dare il senso di affaticamento, di difficoltà nella ricerca di un senso sempre ulteriore:

archiviostorico.corriere.it/2009/febbraio/08/due_punti_Gadda_virgola_Wilde

Rossella Monaco


Condividi