grammatica italiana

Preposizioni

La preposizione definisce la propria funzione nella sua stessa etimologia (pre-porre). Si antepone a un elemento del discorso con la capacità di mutarlo di significato. Introduce complementi indiretti o subordinate implicite con il verbo all’infinito e crea legami ulteriori per la comprensione della frase.
Se ho due elementi, la collana e Matilde, li posso collegare in maniera differente a seconda della preposizione scelta e dare così il senso alla proposizione.


La collana di Matilde.
La collana per Matilde.
Ho dato la collana a Matilde.
Ha ricevuto la collana da Matilde.
Ho preso la collana con Matilde.
La collana su Matilde è bellissima.

Le preposizioni in italiano si distinguono in due gruppi:

  1. Proprie, le preposizioni semplici di, a, da, in, con, su, per, tra, fra e le preposizioni articolate derivate da esse.
  2. Improprie, parti del discorso che non svolgono la sola funzione di preposizione: avverbi, verbi, aggettivi e locuzioni (sotto, sopra, lontano, dentro, prima, a causa di, davanti…).

La preposizione di esprime diversi concetti e introduce molti complementi:

  1. Possesso
  2. Specificazione
  3. Denominazione
  4. Quantità
  5. Misura
  6. Luogo
  7. Tempo
  8. Materia
  9. Mezzo
  10. Causa
  11. Colpa
  12. Stima
  13. Modo
  14. Argomento
  15. Qualità
  16. Partitivo
  17. Pena
  18. Privazione
  19. Età
  20. Fine o scopo
  21. Abbondanza
  22. Limitazione

La preposizione a introduce i complementi di:

  1. Termine
  2. Fine
  3. Luogo
  4. Modo
  5. Tempo
  6. Scopo
  7. Causa
  8. Età
  9. Mezzo
  10. Distanza
  11. Distributivo
  12. Qualità
  13. Misura
  14. Pena
  15. Vantaggio
  16. Limitazione

Da indica:

  1. Luogo
  2. Agente
  3. Causa efficiente
  4. Causa
  5. Tempo
  6. Fine
  7. Modo
  8. Qualità
  9. Origine
  10. Stima
  11. Limitazione

In può designare:

  1. Luogo
  2. Tempo
  3. Modo
  4. Mezzo
  5. Fine
  6. Stima
  7. Causa
  8. Materia
  9. Limitazione

Con indica:

  1. Compagnia/unione
  2. Mezzo
  3. Tempo
  4. Causa
  5. Modo
  6. Limitazione
  7. Qualità

Su può introdurre i complementi di:

  1. Luogo
  2. Argomento
  3. Tempo
  4. Modo
  5. Età
  6. Quantità
  7. Stima
  8. Distributivo

Per assume significato di:

  1. Fine
  2. Luogo
  3. Tempo
  4. Causa
  5. Stima
  6. Colpa
  7. Quantità
  8. Distributivo
  9. Sostituzione
  10. Vantaggio
  11. Modo
  12. Strumento
  13. Limitazione

Tra e Fra sono interscambiabili e si utilizzano in base al nome che precedono per evitare cacofonie (non è bello leggere fra le frasche a meno che non si voglia sottolineare la ripetizione fonetica, utilizzando quindi un’allitterazione). Indicano:

  1. Luogo
  2. Tempo
  3. Partitivo
  4. Relazione
  5. Compagnia

Per approfondire vedi: i complementi indiretti.

Rossella Monaco


Condividi